BOOGIE WOOGIE


Il boogie woogie esplode a Chicago negli anni Venti, il periodo in cui il blues, nato nelle piantagioni dove gli schiavi neri facevano emergere lo splendido grido della loro anima affranta, si trasforma in maniera profonda.

 

Nelle grandi città americane i musicisti di colore stavano, infatti, creando un nuovo stile di blues che mantenesse intatta la forte carica emotiva degli antichi canti, ma ne facesse emergere al contempo la gioia di vivere e l'aggressività.

La musica d'origine africana si trasforma in rhythm and blues, rock and roll ed in boogie woogie, il ritmo veloce e ritmato che ha fatto, e farà, ballare miliardi di persone di tutto il mondo.

 

Il boogie è nato nei locali dove la gente desiderava divertirsi, allietata dal pianoforte suonato magistralmente da musicisti di colore, i quali non esitavano a percorrere strade inedite che conducessero verso la gioia ed il ballo.

 

 

INSEGNANTI: Patrizia de Vellis e Alfonso Esposito